69 | CAPRONA RIPRENDE VITA

Domenica 7 Aprile                                                                                           

Inizio: h 17:00
Fine: h 20:30
Dove: Caprona, al piccolo parco giochi in fondo a Via delle Cave

Una salita dal fondovalle ci porta in uno scenario ideale per la performance di Ribalta Teatro e per godere di un tramonto speciale

Il territorio ha delle storie da raccontare. Storie di paesaggi, storie di sentieri che si muovono sotto i nostri piedi e storie di storie, da essere narrate ed essere ascoltate.

Partiremo al tramonto per una semplice ma estremamente suggestiva escursione che ci farà salire la bellissima, ma aimè bruciata, valle antistante alla torre di Caprona. I nostri passi verso l’alto bilanceranno il lento ma costante scendere del sole che allungherà le nostre ombre e riscalderà il panorama.

Arriveremo alla torre dall’alto ed una volta ai suoi piedi ascolteremo gli attori de La Ribalta Teatro leggere Dante ed altri resoconti storici di fatti avvenuti o avvistati dalla torre.

Difficoltà: dislivello 150 mt, sviluppo 5 km, 1.30 h di cammino andata e ritorno. Ci sarà una breve ma ripida salita da affrontare. Cammineremo percorrendo prima un tratto di sentiero in pianura e poi una semplice salita di un km circa fino a Focetta. Da li scenderemo fino alle pendici della torre di Caprona dove assisteremo alle letture che dureranno 35 min circa. Dopo le letture riscenderemo a Caprona dove ci saluteremo.
Cosa indossare e portare: zainetto col necessario (giacca impermeabile,  indumento caldo per coprirsi al tramonto, acqua e spiuntino al sacco), abbigliamento adeguato ad un’escursione e adatto alla stagione e alle condizioni meteo e ai cambi di temperatura (chiedere se si hanno dubbi). Il sentiero è sassoso in salita e buono in discesa quindi scarpe da trekking sono sempre consigliate, ma anche un paio di scarpe da ginnastica con una buona suola vanno bene. NO SCARPE A SUOLA LISCIA O BASSA TIPO CONVERSE O ALTRE SCARPE DA CITTA’

E’ possibile partecipare a questo spettacolare scenario anche scendendo in autonomia a piedi da Prato a Ceccottino, dove alle 15 termina il concerto de L’Orchestrino. Iscriviti comunque a questo evento.

  • La partecipazione a questo evento è gratuita. Sarà gradita un’offerta di sostegno alla manifestazione!
  • Questo evento è a prenotazione obbligatoria. Per iscriverti vai al form qui sotto oppure contatta la segreteria
Giulio Cuccioli

Giulio Cuccioli

Guida Ambientale

La mia passione per il cammino, per il trekking e per l’escursionismo è iniziata con i miei primissimi passi. Solo dopo un percorso di vita che mi ha portato a vivere lunghi periodi all’estero ed ad affrontare esperienze lavorative che hanno spaziato dal lavoro al pubblico, alla organizzazione eventi fino ad una posizione di manager vendite per una azienda internazionale, ho sentito la netta esigenza di dirigere le mie esperienze e abilità verso ciò che mi sono sempre sentito dentro di fare: La guida. Esercito questa professione ormai da 4 anni, e spazio da l’accompagnamento di turisti stranieri in Toscana, alla creazione, organizzazione e conduzione di grandi viaggi nel mondo. In questi anni ho condotto viaggi in Norvegia, Italia, Germania e Portogallo. Sono una persona estremamente socievole e solare ma che sa adattarsi a qualsiasi situazione si trovi difronte, sia questo un imprevisto da risolvere o un incontro inaspettato durante il cammino che potrà arricchire l’esperienza di viaggio.

PER PRENOTARE CLICCAMI – EVENTO ad iscrizione consigliata
La Ribalta Teatro

La Ribalta Teatro

La Ribalta Teatro è un luogo immaginario che viaggia con gli spettacoli che accoglie.Un luogo immaginario nel quale abitiamo il tempo della crisi. Nasce da una costola de “Il circo della fogna”, compagnia fondata da Alberto Ierardi e Giorgio Vierda, attori e registi formatisi alla Civica Accademia Nico Pepe di Udine. Dal loro linguaggio, canzonatorio ed irriverente, da loro definito “giullarato contemporaneo”, nascono ai primi spettacoli. Al Teatro Lux di Pisa Vierda e Ierardi incontrano e iniziano a combinare la loro poetica con quella di Marta Paganelli, attrice e cantante pisana formatasi all’Accademia Silvio D’Amico, di Salvatore Zappia, drammaturgo e stand-up comedian, e di Luca Oldani, anch’egli diplomato alla Nico Pepe.
Nasce così una fucina di idee, da cui vengono prodotti nuovi spettacoli (“Un bicchiere blu”, scritto da Zappia, “La Mandragola” nella riscrittura di Franco Farina) e progetti formativi (“L’ospite” scritto da un gruppo di drammaturghi coordinati da Zappia). Vari gli spettacoli attualmente in cantiere,
La Ribalta Teatro