SEGRETERIA 

  • tutti i lunedì dalle 9:00 alle 13:00
  • tutti i giovedì dalle 15:00 alle 19:00
    tel 338/1492548 (Laura)

info@camminanti.it  info@camminanti.it

Richiesta informazioni

  • Privacy - Trattamento dati - Ai sensi del D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali" che disciplina la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali), il trattamento dei dati in nostro possesso sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. n.196/2003. Si dichiara che i dati personali in nostro possesso o forniti in futuro saranno utilizzati esclusivamente per l'organizzazione delle attività dell'Associazione Dèi Camminanti, l'elaborazione di analisi statistiche interni all'associazione, l'invio cartaceo, telefonico o via posta elettronica di comunicazioni/informazioni. Il trattamento sarà effettuato in modalità manuale ed automatizzata. Il titolare del trattamento è: Associazione Dèi Camminanti. Il responsabile del trattamento è: Laura Barbieri. I dati non saranno ceduti a terzi. In ogni momento potranno essere esercitati i propri diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003.
 

Validazione

Programma Festa Dèi Camminanti (pdf)
iscriviti alla nostra newsletter





come iscriversi all'associazione

Ass. Dèi Camminanti
Domanda a socio

vuoi offrirti come volontario alla Festa?

PASSI SU PIETRE

1716 PUNTI DI VISTA. ‘Ogni pietra corrisponde a un passo, e a ogni passo corrisponde un paesaggio’
Il sentiero al di qua del cancello e’ fatto di lastre lisce e al di la’ di ciottoli grezzi: e’ il contrasto tra la civilta’ e la natura? La’ il sentiero si biforca in un braccio dritto e in uno storto; il primo si blocca a un punto morto, il secondo va avanti: e’ una lezione sul modo di muoversi del mondo? Ogni interpretazione lascia insoddisfatti; se c’e’ un messaggio, e’ quello che si coglie nelle sensazioni e nelle cose, senza tradurle in paroleE’ proprio in quanto obbediscono alla misura dei passi, che le pietre comandano i movimenti dell’uomo in marcia, lo obbligano ad un’andatura calma e uniforme, ne guidano il cammino e le soste.Se c’e’ una corrispondenza tra i punti di vista e i passi, se ogni volta che si avanza il piede destro o sinistro sulla pietra successiva s’apre una prospettivaEcco cos’e’ il sentiero: un congegno per moltiplicare [i punti di vista]: le pietre lisce che compongono il sentiero della villa di Katsura sono in numero di 1716, dunque 1716 punti di vista.Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.Tratto da I Mille Giardini di Italo Calvino
Share This