FESTA DEI CAMMINANTI 2015

da | Feb 23, 2015 |

GRAZIE A TUTTI!! (leggi)

LA LOCANDINA 2015

Locandina Festa Dèi Camminanti 2015.jpg (immagine)
Locandina Festa Dèi Camminanti 2015.pdf (pdf)

Locandina Festa Dèi Camminanti 2015

Locandina Festa Dèi Camminanti 2015

FESTA Dèi Camminanti
2015

68 eventi di cui 45 a Vicopisano da dove tutto è partito e 23 nei territori contermini compresi tra Lucca, Altopascio, Fucecchio, Pontedera, Pisa e Livorno. Una grande area che trova il suo fulcro sul versante sud-est del Monte Pisano (dove alloggia Vicopisano) e si estende per pendici e pianure, bagnate dall’Arno e dai ricordi dell’antico Lago di Sesto (con Capannori, Buti, Bientina, Calcinaia, Cascina, Calci e San Giuliano Terme).

Un ambiente consueto che regala scorci inusuali quando lo si vive camminando e con la lentezza dell’andare a piedi. Una collezione di iniziative che promuovono il camminare come mezzo per aprire varchi nei confini prima di tutto della mente.

————————————————

PROGRAMMA 2015

PassiDaBambini

Attività e proposte per piccoli

Arte in Cammino

La musica, la festa, gli spettacoli, i film… la creatività prestata al Cammino

Cammini

Escursioni a piedi, percorsi ad anello, si parte da e si torna allo stesso luogo oppure si raggiunge un’altra meta.

Cammino Pellegrino

La via dei Navicelli dalla Francigena, al mare, a piedi da Altopascio a Livorno in 3 giorni

Viaggi a piedi

Itinerari di più giorni

Parole in Cammino

Si impara qualcosa sui temi cari ai Camminanti invece che seduti e scrivendo, camminando e ascoltando, ma anche, quando necessario, seduti

BenStare

Tutto quello che fa bene ai piedi che hanno camminato e all’anima in Cammino

Passi alla Festa?

Occasioni di festa e di convivialità

Cibo per PASSIone

Buon cibo per il corpo locale e bio

EVENTI COLLATERALI

La festa non si esaurisce nel programma ma continua nel paese e dintorni con tante iniziative parallele di cui ringraziamo gli autori e organizzatori. Sono tante e tutte interessanti

A questo link puoi scaricare il pdf con TUTTO IL PROGRAMMA!

Per chi vuol camminare si possono scegliere: 2 cammini il venerdi (uno notturno), 12 il sabato e 6 la domenica. A questi percorsi si aggiungono 2 viaggi a piedi e un cammino pellegrino (le 3 tappe della Via dei Navicelliguarda il video: sabato si parte da Altopascio e il lunedi della settimana santa si arriva a Livorno). Da Livorno si può continuare il viaggio lungo la COSTA TIRRENICA fino a Piombino con altri 4 giorni di cammino In un unico viaggio a piedi.

Ci sono altri 16 percorsi a piedi, un po’ più corti e per tutti in cui chi conduce ci introdurrà storie affascinanti o anche dolorose: un viaggio nel romanico, due lezioni di fitoalimurgia, una piccola conferenza sulla storia idraulica della pianura compresa tra il Monte pisano e le Cerbaie, un laboratorio di cartografia digitale partecipata, un incontro di redazione, percorsi nel centro di Livorno, di Stagno, di Pisa e di Vicopisano e per giardini delle ville di Vicopisano

Ci sono tante attività per bambini: arrampicata, piccoli percorsi, studio del cielo e delle erbe, un laboratorio per costruire teatri da passeggiata e un piccolo archeolab sempre a disposizione in piazza.

Gli ospiti della festa sono tutti i e tutte le Camminanti, grandi e piccini che si daranno appuntamento come sempre nei momenti più conviviali della festa (pasti, merende e feste!) per disperdersi poi nei meandri di un programma ricco e vario. Ci sono tanti momenti dove i Camminanti possono ritrovarsi e scambiarsi numeri di telefono e sensazioni: sono i momenti conviviali, il fuoco in piazza con concerti e musiche, quelli per ristorarsi, mangiare o riposare: sono tutti quelli contrassegnati dalla categoria [Passi alla Festa?].

I Camminanti che arriveranno a Vicopisano da tutta Italia saranno tanti, almeno ce lo auguriamo, e siamo pronti per ospitarli. Tra questi sarà una gioia poter accogliere i pochi ospiti che vengono da lontano; quest’anno sono:

————————————————

LA FESTA 2015

I Comuni che hanno aderito Altopascio, Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Capannori, Cascina, Fucecchio, Livorno, Lucca, Pisa e Vicopisano, hanno organizzato cammini o altre iniziative nei loro territori e si sono dati un appuntamento comune il sabato pomeriggio al Frantoio di Vicopisano per la tradizionale merenda di accoglienza per chi sarà giunto a piedi anche da lontano.

Quella del 2015, a programma definito, si rivela una Festa centrata soprattutto sulle persone che camminano: presentiamo Camminanti in nessun tempo e in nessun luogo, che sono sempre e ovunque; cammini e racconti su frontiere e varchi che i cammini, che pure sono così lenti, spalancano inaspettatamente rendendo infinito e inarrestabile il nostro stare e il nostro andare. Ogni giorno, anche; e, prima di tutto, a casa propria.

Quando abbiamo lanciato l’idea della Festa 2015 come ultima edizione di un ciclo che si proponeva di fondere accoglienza e movimento, di coniugare stare e andare, non pensavamo di riuscire ad aprire un varco realizzando un gemellaggio tra Abitanti e Camminanti, di unire la passione dei camminanti per l’andar passo dopo passo per luoghi e paesaggi all’amore di chi quei paesaggi li abita, tra chi va e chi sta. La partecipazione al programma e all’organizzazione di tante persone e tante associazioni locali sintetizza senza tanta retorica proprio questo percorso che ha portato camminanti e abitanti ad avere una festa dove la dimora e la nondimora arrivano a coincidere.

Ora il varco è aperto.

Passata questa edizione, che non vediamo l’ora di goderci fino in fondo, inizieremo a pensare ad un secondo ciclo di Feste Dèi Camminanti a Vicopisano e dintorni: dopo la festa, ogni mese, l’ultima domenica, continueremo a camminare le nostre camminate di ‘ideazione e programmazione’ – ché le idee vengono camminando.

Infine un cenno all’immagine della festa: è il frutto del sogno dell’Associazione Dèi Camminanti che cura il coordinamento e le idee ed ha messo insieme i colori della nuotatrice di Picasso, pelle come terra, acqua/cielo e scritte gioiose e festanti a mano libera, una pietra fotografata che aggiunge sostanza e peso. Piccoli simboli, che fanno il verso alle mappe tribali o piratesche, a ricordare i sensi e la natura, simboli che sono tracciati sul territorio con un segno vibrante, non fermo.
Il fondo pittorico e non tecnico ci racconta qual è e quanto è vasto il luogo della festa, insomma dove si può vagar, dove ci si vuol perdere, da dove si parte, dove si arriva….
.

Organizzazione Associazione Dèi Camminanti
associazione di promozione sociale affiliata a
F.I.E – Federazione Italiana Escursionismo

Una ‘Festa Dei Camminanti‘ nel mondo, ogni giorno.

Seguici sui social

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti all'associazione

Ass. Dèi Camminanti Domanda a socio

PASSI SU PIETRE

1716 PUNTI DI VISTA. ‘Ogni pietra corrisponde a un passo, e a ogni passo corrisponde un paesaggio’
Il sentiero al di qua del cancello e’ fatto di lastre lisce e al di la’ di ciottoli grezzi: e’ il contrasto tra la civilta’ e la natura? La’ il sentiero si biforca in un braccio dritto e in uno storto; il primo si blocca a un punto morto, il secondo va avanti: e’ una lezione sul modo di muoversi del mondo? Ogni interpretazione lascia insoddisfatti; se c’e’ un messaggio, e’ quello che si coglie nelle sensazioni e nelle cose, senza tradurle in paroleE’ proprio in quanto obbediscono alla misura dei passi, che le pietre comandano i movimenti dell’uomo in marcia, lo obbligano ad un’andatura calma e uniforme, ne guidano il cammino e le soste.Se c’e’ una corrispondenza tra i punti di vista e i passi, se ogni volta che si avanza il piede destro o sinistro sulla pietra successiva s’apre una prospettivaEcco cos’e’ il sentiero: un congegno per moltiplicare [i punti di vista]: le pietre lisce che compongono il sentiero della villa di Katsura sono in numero di 1716, dunque 1716 punti di vista.Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.Tratto da I Mille Giardini di Italo Calvino
Share This