La valle delle nebbie

sab 17 Feb | LA VALLE DELLE NEBBIE (Valdinievole)

“Ecco i più splendidi splendidi panorami che io abbia mai visto” Giuseppe Verdi. Se lo dice il grande maestro non ci sarà che rimanerne certi. Camminando attraverso boschi, antiche mulattiere, mulini e oliveti! Ad attenderci una lunga camminata insieme tra ruralità e mondanità.
DESCRIZIONE
Escursione sulle Colline della Valdinievole. Si tratta di un lungo percorso lineare con partenza dalla stazione FS di Montecatni Terme (PT) e arrivo alla stazione FS di Pescia (PT). Lungo l’itinerario si possono ammirare i caratteristici borghi collinari della Valdinievole e le cittadine di Montecatini Terme e Pescia, attraversando boschi e oliveti della Valle delle Nebbie. Nonchè chiesette, marginette e manufatti artistici di grande interesse.

DIFFICOLTA‘:
difficile perchè cammineremo da 25 a 30 km secondo le condizioni meteo e il gruppo che si formerà (scelta dell’itinerario a cura della guida sul momento come è suo stile, ormai lo sapete e che terrà conto delle forze in campo) da 7 a 8h di cammino escluse le soste.

Dislivello: ±300/400 m. Sviluppo: 25/30 km circa

RITROVO a Stazione FS di Montecatini Terme (PT) ore 10.00

ARRIVO Per le 18:00 alla Stazione FS di Pescia (PT)

DOVE E COME ARRIVARE
Montecatini Terme e facilmente raggiungibile via treno, sulla linea ferroviaria Firenze-Pisa/Viareggio (fermata Montecatini Centro) e in auto dall’usicta autostradale Montecatini Terme sulla Firenze-Mare (A11). Per posteggio auto è consigliato il parcheggio auto/bus turistici zona stadio Montecatini Terme (Piazza Pietro Leopoldo), per raggiungere la stazione camminare per circa 500 mt su Via Daniele Manin, la stazione si trova sul lato destro provenendo dal parcheggio.

GUIDA: Davide Nannini

INFO: info@camminanti.it
Questa camminata è riservata ai soci dell’associazionea, a offerta e con prenotazione obbligatoria entro il giovedì precedente alle ore 14.

AUTOVALUTAZIONE

questa è una camminata in collina, senza particolari difficoltà tecniche. Richiede confidenza con terreni umidi, fangosi e talvolta scivolosi, e con l’impegno fisico necessario per affrontare salite (fiato, cuore e allenamento!) e discese (ginocchi e caviglie in forma, eventualmente aiutate da buone calzature e bastoncini!). L’unica vera difficoltà è la lunghezza del percorso, che richiede una buona resistenza, allenamento specifico e giusta alimentazione.

COSA INDOSSARE E PORTARE
scarponi di buona qualità impermeabili all’acqua, zainetto col necessario giornaliero (giacca impermeabile, acqua e pranzo al sacco), abbigliamento adeguato ad un’escursione invernale quindi adatto alla stagione e alle condizioni meteo (chiedere se si hanno dubbi). Con se una torcia frontale in caso di buio!

Davide Nannini

Davide Nannini

Guida Ambientale

Che sia la pura montagna, il mare o la collina, camminando riscopro e racconto antiche usanze, sapori, tradizioni e leggende che rischiano di andar perdute per sempre. Al di là della cultura storica e naturalistica dei luoghi, mi interessa passare piacevoli momenti di convivialità in un’epoca in cui le comunicazioni stanno diventando sempre più virtuali e la fantasia rischia di scomparire.

Share This