Campi Natura 2017

CAMPI NATURA DÈI CAMMINANTI 2017

Campi per bambini e ragazzi con proposte esclusive: giocose, spaziali, avventurose, irripetibili, inimitabili!

Il camminare e lo stare in Natura caratterizzano i nostri campi. Lavoriamo nel dialogo con i bambini e i ragazzi proponendo loro attività di vario genere: laboratori di teatro, osservazione del cielo, yoga, escursioni, fotografia… dedicandoci alla creatività e all’immaginazione.

Alcuni campi sono in tenda, altri in rifugio, per assecondare diverse esigenze. I contesti offrono la possibilità di stare a stretto contatto con la Natura e ciò nello sviluppo evolutivo individuale offre occasione per una maggior conoscenza di sé, delle proprie risorse e della bellezza del mondo che ci circonda.

LE SETTIMANE

Inizio Fine Titolo Età Dove
dom 25 giugno giov 29 giugno SE FOSSI BOSCO…
con Marta e Francesca
5–7 Brasino
dom 2 luglio sab 8 luglio COME SOLE E LUNA
con Marta e Elena
11–15 Piazzana
dom 9 luglio sab 15 luglio LA GRAMMATICA DELLA NATURA
UN POSTO DISPONIBILE
con Laura e Federica
7–11 Rifugio Carrara
dom 9 luglio sab 15 luglio IMMAGINE E IMMAGINAZIONE
con Marta e Marco
9–12 Piazzana
dom 16 luglio sab 22 luglio CAMMINARE IN GRANDE
con Marta e Laura
12–15 Rifugio Del Freo
dom 16 luglio sab 22 luglio COME LUPI IN LIBERTA’
con Elena e Federica
7–13 Piazzana
dom 23 luglio sab 29 luglio COME LUPI IN LIBERTA’
con Elena e Federica
7–13 Piazzana

I LUOGHI

  • Agriturismo Brasino situato Tra i Comuni di Sarzana e Fosdinovo, tra Toscana e Liguria. Completamente immersa nel verde e nella pace delle Colline tra Liguria e Toscana l’Azienda Agricola Brasino produce da diversi anni olio e vino biologico e durante il campo avremo la possibilità di raccogliere i prodotti dell’orto, di utilizzare la cucina e i servizi e uno spazio all’interno della struttura. Utile in caso di maltempo per le attività e il pernottamento.
  • Rifugio Del Freo, Stazzema (LU), Alpi Apuane. A 1200 m tra La Pania della Croce e il Monte Corchia, sulle Alpi Apuane in località Foce di Mosceta, è raggiungibile solo a piedi per comodi sentieri (da Levigliani, Pruno, Passo Croce da 1h a 2h di cammino). Il rifugio è gestito da Stefano ormai da 17 anni. Posti letto distribuiti in camerate con letti a castello, bagni sono in comune, servizio ristorante e bar.
  • Piazzana, Coreglia Antelminelli (LU), a 950 m nell’Appennino tosco-emiliano, grande prato alle pendici del Monte Giovo. Raggiungibile in auto dal fondovalle (15 km di cui 1 di sterrata). Il campo è attrezzato con tende, non ci sono strutture fisse, salvo la cucina che è collocata nella casa di Walter e Rebecca con corrente elettrica e acqua corrente potabile vicina al campo. Le tende e le strutture montate all’inizio del campo, vengono infine integralmente tolte. Il campo è allestito in modo attento ad un uso responsabile delle risorse naturali.
  • Rifugio Carrara, situato nella zona di Campocecina, nel comune di Carrara (MS), sulle Alpi Apuane a 1320 metri di altitudine.

VIENI AL CAMPO…

  • porta con te il tovagliolo di stoffa, la ciotola, prodotti per l’igiene personale biologici e biodegradabili al 100%, giochi da condividere, competenze, tempo, saperi, pratiche, libri, idee… o anche niente, saranno benvenuti.
  • troverai una grande offerta di beni non esclusivi, quelli per cui, se io ne possiedo un po’, anche tu ne puoi possedere, anzi più ne ho io, più ne godi anche tu e forse troverai un po’ meno beni di quelli che se ne ho io tu non puoi averne: perciò ti offriremo di guardare insieme l’alba, di ascoltare uno scricciolo nel bosco, di stare bene insieme su una salita, di guardare la luna di notte accoccolati per terra o di incontrare e conoscere chi ci accompagna sul cammino e non abbiamo mai conosciuto fino ad allora, di provare a star bene con se stessi e con gli altri ballando attorno ad un fuoco.

COSA FACCIAMO

Ogni settimana, convivialità e condivisione e l’offerta di un’alimentazione sana e genuina. Proponiamo: giochi, serate al fuoco, escursioni, teatro, esperienze corporee ed emozionali con operatori competenti e selezionati (guide ambientali, insegnanti yoga, attrici, educatori)

Nella Natura sperimentiamo: nuove abitudini, cibi ed esperienze. Come proviamo a non lasciare tracce nell’ambiente così tentiamo di seminare l’idea che possiamo vivere più felicemente, in modo più comunitario e libero, guadagnando in termini di affermazione di sé, crescita e ricchezza interiore per godere meglio di quello che già abbiamo, di quello che già siamo, liberandoci dalla dipendenza dai bisogni, moltiplicati all’infinito dalle consuetudini di oggi. Suggeriamo pratiche per avviare percorsi di vita di cambiamento, nutrendo con buon “cibo” le idee, le emozioni, il corpo e le conoscenze!

IN TUTTI I CAMPI

Ascolto, silenzio, dialogo.
Condivisione, relazione: io, l’altro, noi, l’ambiente/contesto che ci circonda.
Limite, superamento del limite e riconoscimento.
Emersione delle proprie qualità, risorse, caratteristiche, senza giudizio, bene/male, giusto/sbagliato.
Gioco e strumenti di comunicazione e di rappresentazione diversi, nuovi (teatro, disegno, argilla, uso di materiali, yoga, massaggio, avventura …).
La dimensione spazio/tempo. Ritmo.

SEGRETERIA

  • lunedì h 9:00-13:00, giovedi h 15:00-19:00 tel 338/1492548 (Laura) ECCETTUATI i giorni dal 26 Giugno al 22 Luglio
  • DAL 26 GIUGNO al 22 LUGLIO la segreteria risponderà il lunedì dalle 9:00 alle 13:00 e mercoledì dalle 15:00 alle 19:00 tel 344/1400758 (Manuela)
  • info@camminanti.it

Referente campi Marta 328 0241444

INFORMAZIONI – ISCRIZIONI

Per iscriverti online: nella pagine relative ad ogni campo trovi la form d’iscrizione e le informazioni dettagliate

Hai domande? Hai bisogno di informazioni o chiarimenti

Iscriviti alla newsletter





Iscriviti all'associazione

Ass. Dèi Camminanti Domanda a socio

PASSI SU PIETRE

1716 PUNTI DI VISTA. ‘Ogni pietra corrisponde a un passo, e a ogni passo corrisponde un paesaggio’
Il sentiero al di qua del cancello e’ fatto di lastre lisce e al di la’ di ciottoli grezzi: e’ il contrasto tra la civilta’ e la natura? La’ il sentiero si biforca in un braccio dritto e in uno storto; il primo si blocca a un punto morto, il secondo va avanti: e’ una lezione sul modo di muoversi del mondo? Ogni interpretazione lascia insoddisfatti; se c’e’ un messaggio, e’ quello che si coglie nelle sensazioni e nelle cose, senza tradurle in paroleE’ proprio in quanto obbediscono alla misura dei passi, che le pietre comandano i movimenti dell’uomo in marcia, lo obbligano ad un’andatura calma e uniforme, ne guidano il cammino e le soste.Se c’e’ una corrispondenza tra i punti di vista e i passi, se ogni volta che si avanza il piede destro o sinistro sulla pietra successiva s’apre una prospettivaEcco cos’e’ il sentiero: un congegno per moltiplicare [i punti di vista]: le pietre lisce che compongono il sentiero della villa di Katsura sono in numero di 1716, dunque 1716 punti di vista.Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.Tratto da I Mille Giardini di Italo Calvino

Share This